Live al Milestone

Swing Brother Swing
Gli Swing Brother Swing sono una delle tante “incarnazioni” del nostro Tamboo (alias Sergio Tamburelli), passando attraverso la Crazy Bus Band, la Tamboo Crazy Band, Dr.Delirio & Korg Orchestra, i Ticino Playboys, gli Skoppiabilly, i Rustik Boys, i Bonarda Wagon Boys, i Vampiri della Botte, la Tamboo All Stars, gli Hot Six, il Tamboo Combo, i Webs, i Supersaxmachine, la Pavia Jazz Orchestra, i Tambognola Sconnection, i TNT; mescolando il rock e lo swing, il rithm’n’blues e il country, il soul e il pop con il blues e la musica italiana degli anni ’50 nel suo continuo e irrefrenabile desiderio di cambiamento.

Questo degli Swing Brother Swing è un ritorno; nel senso che il gruppo era nato nel 2006 con una formazione molto simile a quella attuale, quindi la si potrebbe considerare una sorta di reunion se non fosse che almeno tre dei componenti (Tamboo, Bonelli e Perelli) hanno continuato, in questi anni, a suonare insieme in trii, quartetti e quintetti estemporanei.

Da un po’ di tempo, invece, il gruppo si è ricompattato e, con l’aggiunta di nuovi musicisti, si presenta così: Tamboo (voce e washboard), Pietro Bonelli (chitarra), Daniele Petrosillo (contrabbasso), Fabio Villaggi (batteria), Gianni Satta (tromba, cornetta), Claudio Perelli (alto sax e clarinetto).

Un concerto tenuto al Milestone di Piacenza, il 15 Gennaio di quest’anno, è stato registrato con attrezzature professionali e poi riversato su CD per dare vita a questo album.

Il genere (lo dichiara il nome stesso del gruppo) è lo swing (tanto caro al nostro Tamburelli e ad un valente jazzista come Bonelli) e le canzoni vanno da Permettete signorina a C`est si bon, Carina, Basin Street, Guarda che luna, 20 km al giorno, Sing sing sing, Bourbon Street Parade; insomma, il repertorio più classico del nostro Tamboo che “ci sguazza come una papera nello stagno”.

Il disco è ben registrato e conserva tutta la magia dello spettacolo “dal vivo” in cui alle esuberanze vocali di Tamburelli si alternano gli “assoli” di professionisti che conoscono molto bene il genere e sanno quello che stanno facendo.

Un CD (questo Live al Milestone), che oltre ad offrirvi buona musica ben suonata e cantata, vi proietta anche in quella che è l’atmosfera dello spettacolo che questa formazione offre in ogni concerto.

Band attiva dal 2003 guidata da Sergio ‘Tamboo’ Tamburelli. Dopo un primo cd in studio e tanti live shows, il 15 gennaio 2012 incide questo ‘Live al Milestone Jazz Club’ di Piacenza. New Orleans music, swing e italian jazz songs, piu’ una buona dose di ironia costituiscono la miscela contenuta nel cd. Real spaghetti jazz-swing targato anni 50 e 60, con evidenti rimandi a Van Morrison, Louis Armstrong, Nicola Arigliano e Fred Buscaglione.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>